Torta salata

Difficoltà: Molto bassa
Preparazione: 20 min
Cottura: 65 min
Dosi per: 6 personeLa torta salata è una ricetta che nasce per evitare gli sprechi e per dar nuova vita agli ingredienti rimasti in frigo troppo a lungo! Formaggi, salumi e verdure si trasformano in qualcosa di diverso ogni volta, sempre speciale, merito anche della pasta brisé che rende il tutto così buono e fragrante, come nella ricetta della nostra torta rustica salata! Ma oggi vogliamo proporvi una versione originale, a base di patate dolci, cavoletti di Bruxelles e salsiccia. Anche se ciò che renderà questa torta salata diversa da tutte le altre sarà sicuramente la salsa royale, che regalerà una morbidezza e un gusto particolare! Realizzate anche voi la torta salata e non dimenticate di personalizzarla con il vostro tocco!

Ingredienti
Per la pasta brisè (per uno stampo da 24 cm)
Farina 00
250 g
Burro
freddo 125 g
Acqua
fredda 85 g
Per il ripieno
Patate dolci (o americane)
200 g

Cavoletti di Bruxelles
120 g
Salamella
50 g
Cipolle rosse
½
Pane
(circa 35 g) 1 fetta
Basilico
q.b.
Olio extravergine d’oliva
q.b.
Sale fino
q.b.
Pepe nero
q.b.
Per la salsa royale

Panna fresca liquida
300 g
Parmigiano reggiano
da grattugiare 60 g
Uova
medio 1
Sale fino
q.b.
Pepe nero
q.b.
Preparazione

non selezionato, Per preparare la torta salata come prima cosa iniziate a realizzare la pasta brisé: ponete la farina, insieme al burro tagliato a cubetti nel contenitore di un mixer dotato di lame –1– e frullate il tutto –2– fino ad ottenere un composto sabbioso. Poi, sempre con il mixer in azione, a velocità moderata aggiungete l’acqua a filo –3–.

Non appena avrete ottenuto un composto uniforme –4–, trasferite l’impasto su un piano leggermente infarinato e lavoratelo per pochi istanti –5–. A questo punto avvolgete nella pellicola per alimenti –6– e lasciate riposare per circa 30 minuti in frigorifero.

Nel frattempo occupatevi di preparare il ripieno. Lavate bene le patate dolci e, senza pelarle, tagliatele a fette molto sottili utilizzando una mandolina –7—-8–; man mano trasferitele in una ciotola colma d’acqua per non farle ossidare –9–.

Tagliate la cipolla a fette sottili _10_ e trasferitela in un tegame dove avrete già versato un filo d’olio _11_. Lasciatela appassire e nel frattempo private la salsiccia del budello e tagliatela a coltello _12_.

Lavate e tagliate anche i cavoletti a rondelle sottili _13_ e non appena la cipolla sarà appassita aggiungete in padella la salsiccia _14_. Mescolate fino a che non sarà ben rosolata, quindi unite anche i cavoletti _15_.

Regolate di sale, di pepe e cuocete a fiamma media per pochi minuti _16_. A questo punto preparate anche la salsa royale: nel bicchiere di un mixer versate la panna, l’uovo _17_, il Parmigiano _18_ e aggiungete sale e pepe.

Frullate il tutto con un mixer ad immersione _19_ fino ad ottenere una crema liscia e tenete da parte. Preriscaldate il forno a 200° in modalità statica, poi imburrate e infarinate uno stampo da 24 cm: noi abbiamo scelto di utilizzarne uno in ceramica ma potete utilizzarne uno classico. Riprendete la pasta brisè e stendetela con un mattarello _20_ fino ad ottenere uno spessore di mezzo cm. Trasferite quindi la pasta all’interno dello stampo _21_ e fate una leggera pressione con le dita per farla aderire.

Con un coltellino eliminate l’eccesso di pasta dai bordi _22_ e utilizzando una forchetta bucherellate la base _23_. Ponete un primo strato di patate e aggiungete il composto di salsiccia e cavoletti _24_.

Disponete le fette di patate rimaste solo intorno _25_, lasciando uno spazio vuoto al centro. Aggiungete le foglioline di basilico, spezzettandole con le mani e condite con sale e pepe. Poi versate la salsa royale spargendola uniformemente sopra il ripieno _26_ e utilizzando una forchetta imprimete un decoro sul bordo _27_.

A questo punto _28_ infornate in forno statico preriscaldato a 200°, nel ripiano più basso, per circa 35 minuti. Poi spostate la teglia nel ripiano centrale e cuocete per altri 20 minuti. Nel frattempo tagliate il pane a cubetti piccoli _29_ e tostateli in padella con un filo d’olio _30_.

Non appena la torta salata sarà cotta e ben dorata, sfornatela _31_ e completatela con i crostini _32_, prima di servirla _33_.

Torta di patate alla sarda

Torta di patate alla sarda
Difficoltà:
facile
Tempo di Preparazione:
1 ora e 15 minuti
Attrezzatura:
casseruola, teglia tonda di 22 cm di diametro – Ingredienti per otto persone:
– 110 g di farina 00
– 1 kg di patate
– 200 g di zucchero
– 3 uova
– 2,5 dl di latte
– 80 g di burro
– 30 g di zucchero a velo
– 1 limone

Preparazione
Lessate le patate con la buccia, pelatele e passatele nello schiacciapatate mentre sono ancora calde.

mettete in un tegame le patate con il latte e 60 g di burro, mescolate fino a che il latte non si sia assorbito.

Aggiungete lo zucchero e mescolate fino a che lo zucchero non si sarà completamente sciolto.

Togliete il composto dal fuoco e quando sarà tiepido, cominciate ad inserire un tuorlo alla volta facendoli amalgamare bene.

Aggiungete la farina ed infine gli albumi montati a neve.

Inserite nel composto la buccia grattuggiata di un limone.

Imburrate e infarinate la teglia e versatevi il composto precedentemente preparato.

Ponete in forno già caldo a 180° per 25-30 minuti, fate intiepidire in forno poi sformate e spolverate la torta di zucchero a velo.

Torte salate Mini quiche ai funghi, porri e prosciutto.

,Torte salate: Mini quiche ai funghi, porri e prosciutto

Difficoltà:

bassa

Preparazione:

30 min

Cottura:

20 min

Dosi per:

12 pezzi

Presentazione

Le mini quiche ai funghi, porri e prosciutto sono dei tortini sfiziosi  adatti ad essere serviti come aperitivo, antipasto gustoso o come secondo piatto.

Le mini quiche sono preparate utilizzando una base di pasta sfoglia già pronta (che può essere sostituita con della pasta brisé), arricchita con funghi champignons, porri e prosciutto cotto e il tutto amalgamato grazie ad un composto di uova, panna e parmigiano reggiano.

Ingredienti:

per 12 mini quicheFunghi champignon 250 g Porri 1 Prosciutto cotto 130 g Pasta Sfoglia (2 confezioni) 460 g Uova 4 Parmigiano reggiano 70 g Panna fresca liquida 200 ml Aglio 1 spicchio Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai Sale fino q.b. Pepe nero q.b.

Preparazione

Per preparare le mini quiche con i funghi, i porri e il prosciutto cotto, iniziate a pulire e tagliare a pezzetti gli champignons  ; fate imbiondire uno spicchio d’aglio in una padella antiaderente con due cucchiai d’olio  e cuocetevi i funghi a pezzetti , salate e pepate. Nel frattempo, in un’altra padella con un cucchiaio di olio cuocete i porri mondati e tagliati in modo sottile  per circa 15/20 minuti

In una ciotola sbattete 4 uova con la panna , mescolando bene e incorporate il parmigiano reggiano , aggiustate poi di sale e di pepe. Imburrate 14 stampini da forno dal diametro di circa 8 cm, oppure degli stampi da muffin (in questo caso le mini quiche risulteranno ancora più piccole) e tagliate la pasta sfoglia in cerchi con un diametro di un paio di centimetri più ampio rispetto ai vostri stampini, aiutandovi con un bicchiere o con una coppetta .

Infine foderate gli stampi con i dischi di pasta sfoglia  e iniziate a farcirli. Aggiungete in ogni quiche il composto di champignons e porri, il prosciutto cotto tagliato a pezzettini  e versatevi sopra il liquido di uova, panna e parmigiano fino a riempirle . Le quiche andranno quindi infornate a 180°C (forno ventilato) per circa 20 minuti, fino a quando avranno assunto un bell’aspetto dorato. Servite le mini quiche con funghi, porri e prosciutto ben calde!

Consiglio

Se invece delle mini quiche desiderate preparare una torta salata grande classica, è sufficiente dimezzare la dose di pasta sfoglia (una sola confezione) mantenendo le dosi degli altri ingredienti.
, ,

L’angolo della musica

La la lala la la la
Posso fare a meno dei milioni
tanto portano solo problemi
ma non posso fare a meno del vino
non amando troppo gli schemi
Posso fare a meno di un motore
è troppo bello camminare
posso fare a meno di sapere
perché spesso preferisco immaginare
Ma che dire, che fare
quando io io non posso fare a meno di te
che sei l’infinito tra i miei desideri
la la
tu che sei il sogno più grande tra i sogni più veri
e questa canzone
che gira e rigira la dedico a te
il mio unico amore
il senso di ogni cosa che c’è
Posso fare a meno del silenzio
preferisco comunicare
posso fare a meno di un partito
tanto il pane me lo devo guadagnare
Ma che dire, che fare
quando io io non posso fare a meno di te
che sei l’infinito tra i miei desideri
la la
tu che sei il sogno più grande tra i sogni più veri
e questa canzone
che gira e rigira la dedico a te
il mio unico amore
il senso di ogni cosa
Per te che sei l’infinito tra i miei desideri
la la
tu che sei il sogno più grande tra i sogni più veri
e questa canzone
che gira e rigira la dedico a te
il mio unico amore
il senso di ogni cosa che c’è